SE E’ VERO CHE AL TUO CANE O AL TUO GATTO CI TIENI UN BOTTO, SAPPI CHE I FUOCHI D’ARTIFICIO POSSONO FARLI MORIRE DI PAURA. E ALLORA, SE VUOI EVITARE CHE GLI SCOPPI IL CUORE O FUGGANO SENZA FARE PIU’ RITORNO, TI SPIEGHIAMO COSA FARE

I fuochi d’artificio provocano malesseri di varia intensità con conseguenze fortemente impattanti su cani e gatti di casa ma non solo: l’onda d’urto che si propaga danneggia anche gli animali selvatici con conseguenze spesso mortali.

Il tipo di reazione emotiva può variare da animale ad animale ma, in tutti i casi, l’unica cosa certa è che le sue conseguenze persisteranno a lungo anche dopo che l’evento che le ha provocate, è passato.

 

Quali reazioni provocano i fuochi d’artificio?

Più che da paura, gli animali sono colti da vere crisi di grave angoscia e sarebbe più opportuno parlare di fobia.

La paura è la risposta emotiva a un pericolo incombente riconosciuto e identificato nel proprio ambiente o all’ esterno di esso: è una condizione di apprensione, di malessere.

La paura, di fronte ad uno stimolo pericoloso, induce a reagire in maniera appropriata al pericolo con rapidità.

Quando la paura diventa eccessiva e paralizzante, invece, si parla di fobia.

Il termine fobia indica un sentimento di terrore intenso, inquietante, devastante e invincibile provocato da oggetti o situazioni che non dovrebbero spaventare o preoccupare molto ma, che in casi limitati e circoscritti, provocano reazioni sproporzionate.

 

Ti sei mai chiesto come funziona l’apparato uditivo di cani e gatti?

Il suono dei fuochi d’artificio è la principale componente stressogena per gli animali.

Nei cani e nei gatti , il senso dell’udito è decisamente più sviluppato e predominante rispetto a quello della vista.

Gli animali hanno una gamma udibile maggiore di quella dell’uomo, in particolare per quanto riguarda il limite superiore.

Cani e gatti possiedono un apparato uditivo estremamente sviluppato e delicato.

Se un essere umano ha un udito con una percezione compresa tra i 15 hertz di infrasuoni e oltre i 15.000 hertz di ultrasuoni, cani e gatti si aggirano tra i 60.000 e i 70.000 hertz.

Per intenderci, un rumore che per noi è a  malapena udibile a 4 metri di distanza, risulta chiaro e nitido per un cane che si trova  a 25 metri dalla stessa sorgente.

 

E quello olfattivo?

Il cane possiede anche capacità olfattive più specializzate rispetto a quelle dell’uomo.

I cani sono in grado di distinguere più odori (oltre dieci) contemporaneamente e percepiscono gli stimoli odorosi grazie ai 225 milioni di cellule olfattive che possiedono.

Gli esseri umani, invece, ne hanno “solo” 15 milioni.

Questo spiega perché i cani, dunque, siano ulteriormente infastiditi dai prodotti di combustione liberati nell’aria dai fuochi d’ artificio che esplodono.

 

Come si manifesta nell’immediato la paura provocata dai fuochi d’artificio in cani e gatti?

Sono tanti i comportamenti di stress nei cani e nei gatti, che si verificano  per esposizione a rumori intensi ed inaspettati come quelli dei fuochi d’artificio:

  • Tremore
  • Ipersalivazione
  • Respiro più frequente
  • Dilatazione delle pupille

E ancora:

  • Propensione a nascondersi e a fuggire via
  • Abbaio compulsivo
  • Reazioni aggressive
  • Sbadigli ripetuti
  • Rifiuto del cibo
  • Continua richiesta di attenzione

 

E quali sono, invece, le conseguenze a lungo termine?

Le paure e le fobie non solo si intensificano col passare del tempo ma si moltiplicano e si generalizzano a un sempre maggiore elenco di stimoli e contesti.

Spesso i proprietari credono che i cani ansiosi o fobici  migliorino col tempo, confidando in una risoluzione spontanea del problema.

Purtroppo, non funziona così.

Nel caso delle fobie è necessario affidarsi alle cure di un medico veterinario comportamentalista, che potrà impostare un programma di “desensibilizzazione e controcondizionamento” nei confronti dello stimolo fobico.

In alcuni casi, le risposte fobiche da parte del cane sono talmente intense e radicate da rendere necessario l’utilizzo di un supporto farmacologico da associare alla terapia comportamentale.

 

Qualche consiglio pratico per tutelare cani e gatti dai fuochi d’artificio

  • Tienilo il più lontano possibile dai festeggiamenti oppure organizza una gita fuori porta per trascorrere il Capodanno lontano dai centri urbani e dai rumori forti e improvvisi.
  • Durante le passeggiate tienilo sempre al guinzaglio, onde evitare fughe dettate dalla paura. Anticipa la passeggiata serale al primo pomeriggio.
  • Non lasciarlo in giardino e non tenerlo legato. Accoglilo in casa anche se abitualmente vive all’esterno: così facendo è impossibile che riesca a fuggire.
  • Lascia che in casa si rifugi dove preferisce, anche se si tratta di un luogo che normalmente gli è “vietato”.
  • Tieni alto il volume di radio o televisione in modo che venga attutito il rumore dei botti proveniente dall’esterno, chiudi le finestre, abbassa le persiane e tira le tende.
  • Non lasciarlo solo. Gli animali fobici potrebbero avere reazioni incontrollate e ferirsi, quindi è necessario che tu gli stia vicino, distraendolo con giochi e bocconcini e mostrando che non c’è nulla di cui preoccuparsi.
  • Evita soluzioni fai-da-te e non somministrare  tranquillanti: alcuni sono addirittura controindicati e fanno aumentare lo stato fobico.

Piuttosto, se il tuo cane è notoriamente un soggetto ansioso o fobico, rivolgiti con largo anticipo al tuo Veterinario di fiducia.

Ti ricordiamo, a tal proposito, che presso la Clinica La Veterinaria è possibile prenotare un consulto con un Medico Veterinario specializzato in Medicina Comportamentale per valutare la condizione psico-fisica del tuo cane o gatto.


La Clinica La Veterinaria è sempre aperta, tutti i giorni inclusi i festivi, e con servizio di Pronto Soccorso dalle 20 alle 8.

Solo per la gioia di vederLI FELICI.

  • critorchidismo_cane_testicolo_ritenuto

Se il tuo cane ha un testicolo ritenuto, sappi che questa anomalia ovvero il criptorchidismo, può degenerare in tumore. Scopri come impedire che ciò avvenga per tutelare la salute del tuo cane.

Gennaio 5th, 2022|0 Commenti

Il criptorchidismo è la mancata discesa di un testicolo o di entrambi nel sacco scrotale del cane. Il problema purtroppo non è unicamente di natura estetica. Infatti il testicolo ritenuto potrebbe andare incontro [...]

  • rinotracheite felina

La rinotracheite felina, più comunemente nota come raffreddore dei gatti, è una malattia infettiva e contagiosa delle vie respiratorie superiori del gatto. Come si previene e come si cura?

Ottobre 26th, 2021|0 Commenti

La rinotracheite è una malattia infettiva altamente contagiosa che colpisce principalmente i gatti liberi sul territorio ma anche quelli domestici E’ provocata  dall’Herpesvirus felino tipo 1 (FHV-1) ed è caratterizzata da una sintomatologia [...]

Il tuo cane o il tuo gatto ha un occhio semichiuso, la pupilla ristretta e la terza palpebra visibile? Potrebbe soffrire della sindrome di Horner. Riconoscila prima che si aggravi pericolosamente.

Giugno 16th, 2021|0 Commenti

La sindrome di Horner sviluppa in cani e gatti sintomi che vengono confusi con quelli delle patologie oculari ma in realtà è una patologia neurologica. La sindrome di Horner si manifesta a seguito [...]

Attenzione se usi lo stesso antiparassitario su cane e gatto! Sappi che gli antipulci per cani a base di permetrina sono tossici per i felini e possono provocarne addirittura la morte.

Maggio 21st, 2021|0 Commenti

Sono purtroppo frequenti i casi di intossicazione di gatti per applicazione inappropriata di antiparassitari a base di permetrina formulati solo per cani. Disattenzione, ignoranza e il tentativo di risparmiare sono la causa della evitabilissima [...]

Archivi

Categorie

SEMPRE APERTI H24

I NOSTRI VALORI

Il benessere degli animali per noi è al primo posto. E per benessere intendiamo una gestione totale dell’animale che tiene conto del suo equilibrio psico-fisico nel pieno rispetto della vita intesa come valore etico imprescindibile.
#per la gioia di vederLI FELICI
Noi ci siamo e ci saremo SEMPRE: la nostra dedizione non ha orari. Ecco perchè siamo operativi 24 ore su 24 tutti i giorni, inclusi i festivi: per garantire al tuo animale cure e soccorsi immediati e tempestivi.

ECCO DOVE SIAMO