Per le famiglie a quattrozampe andare al mare con i cani a volte è un’impresa poiché non tutti accettano li cani in spiaggia e spesso l’ingresso e lo stazionamento dei quattrozampe nelle spiagge sono arbitrariamente osteggiati.

Se non vuoi rinunciare a una giornata al mare con il tuo adorato quattrozampe, allora è bene che tu sappia cosa dice la legge sulla presenza dei cani in spiaggia per rispondere a tono a chi fa ostruzionismo e far valere i tuoi diritti e quelli del tuo cane.

Dove e come è consentito l’accesso in spiaggia ai cani?

Facciamo intanto un distinguo tra spiagge libere o demanio marittimo e gli stabilimenti balneari.

Purtroppo non esiste una legge che regoli a livello nazionale l’accesso degli animali sul demanio marittimo e questo vuoto legislativo dà adito a malintesi.

Sono le Amministrazioni Comunali o le Capitaneria di Porto che regolano in autonomia le zone e le modalità con cui possono accedere i cani in spiaggia.

In caso di divieto di ingresso ai cani, è previsto che sia apposto un cartello che informa su tale divieto di accesso.

Il cartello DEVE essere chiaramente esposto e pubblicizzato.

Inoltre, deve specificare e riportare una serie di informazioni:

  • L’estensione oraria del divieto
  • La firma del Sindaco o del comandante dei Vigili Urbani
  • Il riferimento all’ordinanza (la stessa ordinanza deve essere pubblicata sugli albi pretori dei singoli comuni

In mancanza di queste indicazioni, il divieto può essere considerato non valido.

Quindi, prima di avventurarti, informati preventivamente se esistono ordinanze regionali o comunali che vietino l’ingresso ai cani nel tratto di spiaggia dove hai deciso di stazionare.

Ed ancora: nessun altro privato cittadino, ma SOLO le forze dell’ordine possono invitarti ad allontanarti a condizione di averti informato dell’esistenza della ordinanza di divieto, sul suo numero di riferimento e sulla sua scadenza.

Pretendi di leggere i contenuti dell’ordinanza: è un tuo diritto

In caso di rifiuto o diniego, prendi nota del numero di matricola dell’esponente della forza pubblica e scrivi alla Procura della Repubblica mettendo in copia l’ente di riferimento (Comune, Capitaneria di Porto, Comando dei Carabinieri).

Il Pubblico Ufficiale in questione è penalmente perseguibile per il reato di OMISSIONE DI ATTI DI UFFICIO ai sensi dell’Art.328 del Codice Penale.

Se oltre all’invito di “allontanarti” dalla spiaggia ti è stata elevata anche una sanzione amministrativa, puoi impugnarla e fare ricorso al Giudice di Pace.

A renderla nulla basta una sola inosservanza nella sua stesura: la mancanza del cartello di divieto di cani in spiaggia o la mancanza di indicazione del numero e della data dell’ordinanza.

Per i cani in spiaggia valgono gli accorgimenti che regolano gli accessi nei luoghi pubblici: guinzaglio e museruola al seguito e sacchetti per la raccolta delle deiezioni a corredo.

Stabilimenti balneari e spiagge in concessione

Diverso è il discorso per le spiagge date in concessione, ovvero quelle su cui sorgono gli stabilimenti balneari.

Tali aree sono interdette ai cani se vi è una specifica richiesta del gestore.

Il gestore della spiaggia, infatti, ha facoltà di rendere inaccessibile ai cani il tratto di costa ottenuto in concessione ad eccezione dei cani da salvataggio e dei cani guida per non vedenti.

La spiaggia a misura di cane: la Bau Beach

Ciò spiega l’esistenza delle “spiagge per cani” le cosiddette Bau Beach.

Sono stabilimenti appositamente attrezzati, in cui è consentito l’ingresso dei cani in spiaggia.

Per quanto ridotto sia il loro numero sul territorio nazionale, la tendenza è quella di una crescita costante delle spiagge per cani.

Ciò è dovuto al progressivo aumento di richieste dei vacanzieri di poter condurre con sé il proprio cane.

Condizione imprescindibile che consente l’accesso ai cani in spiaggia è che siano regolarmente vaccinati.

Il libretto sanitario va esibito all’ingresso e deve contenere tutte le informazioni relative al microchip e ai vaccini: NON DIMENTICARLO!

E non dimenticare neanche pettorina, guinzaglio e museruola: questo e tanto altro non deve mai mancare nella borsa da mare del tuo cane,

La borsa da spiaggia del tuo quattrozampe

Ecco un elenco di quello che deve contenere:

  • Crema solare specifica per cani da applicare sulle zone prive di pelo: naso, bocca, addome, punta delle orecchie e base della coda
  • Pomata idratante per i cuscinetti plantari per idratarli e proteggerli dalla sabbia rovente
  • Salviette per rimuovere da muso e orecchie i granelli di sabbia
  • Spruzzino per rinfrescare il cane quando non si immerge in acqua o durante il pisolino
  • Tenda parasole per predisporre per il cane un angolo riparato e all’ombra
  • Ciotola e acqua fresca (mai gelata) sempre a disposizione: il cane non deve mai bere acqua salata
  • Sacchetti per le deiezioni

Il kit di pronto soccorso

Disinfettante, acqua ossigenata, cerotto, pinzette, forbici a punta smussate, garze sterili, fascia elastica e soluzione fisiologica non devono mai mancare.

Ti consigliamo anche di utilizzare il salvagente.

I cani meno esperti non correranno rischi durante le scorribande in acqua e per i veterani del nuoto, invece, sarà un prezioso alleato aiutandoli nel galleggiamento e facendoli stancare meno.

A tal proposito, non dare per scontato che il tuo cane ami nuotare.

Se esita a entrare in mare, non forzarlo: dagli il tempo di familiarizzare con l’acqua.

Risciacqua poi il cane con acqua dolce, mai gelata, per rimuovere sabbia e sale.

Inoltre, utilizza a casa uno shampoo lenitivo ed idratante: la salsedine, ovvero gli elementi salini presenti nell’acqua di mare, può causare dermatiti e secchezza del pelo.

Chiedi sempre al tuo Veterinario di fiducia: saprà consigliarti i prodotti specifici per il tuo cane da portare in viaggio.

A tal proposito ti ricordiamo che i medici dello staff di Clinica la Veterinaria sono sempre a tua disposizione per visite e consulti.

Clinica La Veterinaria è sempre aperta, tutti i giorni inclusi i festivi e con servizio di Pronto Soccorso dalle 20 alle 8.

Per la gioia di vederli felici.

Archivi

Categorie

SEMPRE APERTI H24

I NOSTRI VALORI

Il benessere degli animali per noi è al primo posto. E per benessere intendiamo una gestione totale dell’animale che tiene conto del suo equilibrio psico-fisico nel pieno rispetto della vita intesa come valore etico imprescindibile.
#per la gioia di vederLI FELICI
Noi ci siamo e ci saremo SEMPRE: la nostra dedizione non ha orari. Ecco perchè siamo operativi 24 ore su 24 tutti i giorni, inclusi i festivi: per garantire al tuo animale cure e soccorsi immediati e tempestivi.

ECCO DOVE SIAMO