E SE TI DICESSI CHE STERILIZZARE LA TUA GATTA GARANTIRA’ SONNI SERENI E BEATI A TE E A LEI ?

Se la tua gatta ha un’ età compresa tra i 5 e i 9 mesi ed ha iniziato improvvisamente a emettere miagolii e vocalizzi diurni e notturni (con buona pace del tuo riposo) a sollevare la groppa, a strusciarsi ovunque e a rotolarsi senza sosta…ebbene, si: sappi che è in calore.

E QUESTO E’ SOLO L’INIZIO. HAI MAI SENTITO PARLARE DEI CICLI POLIESTRALI DELLA GATTA?

Il loro ciclo riproduttivo delle gatte  è caratterizzato dalla  poliestralitàovvero dalla manifestazione di più cicli estrali che si susseguono in maniera regolare da febbraio a ottobre.

Ciò è dovuto al fatto che la gatta ha un ciclo a ovulazione indotta ossia la sua ovulazione è provocata dall’atto sessuale. Pertanto, dal momento in cui iniziano i primi “calori”, se a essi non segue l’accoppiamento con il maschio, le ovaie restano perennemente o quasi in fase attiva preovulatoria.

L’ INTERVENTO DI STERILIZZAZIONE DELLA GATTA è UNA SCELTA CHE COMPORTA VANTAGGI DI NATURA PRETTAMENTE MEDICA OLTRE CHE COMPORTAMENTALE.

TANTI CALORI, TANTI ORMONI. TANTI ORMONI, TANTI RISCHI.

La conseguenza diretta di tanti calori  è un “bombardamento ormonale” che colpisce principalmente utero, mammelle e midollo osseo oltre a tutti gli altri tessuti e organi. Questa produzione continua di ormoni può determinare l’insorgenza di gravi malattie:

  • infiammazioni
  • degenerazioni e tumori a carico di utero e mammelle
  • anemie
  • diabete
  • danni epatici

Ricorda che la  sterilizzazione va sempre concordata con il tuo veterinario di fiducia: consultarlo ti aiuterà a decidere consapevolmente a tutela della salute e del benessere della tua gatta.

IL CICLO ESTRALE DELLA GATTA: CONOSCERLO TI AIUTERA’ A CAPIRE PERCHE’ E’ COSI’ IMPORTANTE STERILIZZARE 

Il ciclo estrale comprende cinque fasi: proestro, estro, interestro, diestro e anestro.

Proestro: il proestro è la prima fase del ciclo ed è il momento in cui la gatta attira il maschio pur non essendo sessualmente recettiva. Coincide con l’accrescimento dei follicoli e l’aumento in circolo degli estrogeni.

Estro: l’estro è la fase di recettività sessuale e quindi dell’accoppiamento.I  genitali esterni possono presentare un leggero arrossamento associato ad aumento di volume della vulva, ma non vi sono perdite ematiche.

Accoppiamento: la gatta, terminato l’accoppiamento, si volta di scatto e aggredisce il maschio: questo accade perché il pene del maschio è ricoperto da corte spine acuminate e quando si ritrae, graffia le pareti della vagina della femmina, causandole un intenso dolore. Il forte dolore che la gatta prova da’ inizio al processo di ovulazione. Questo meccanismo consente agli spermatozoi maschili di incontrare gli ovociti femminili.

Interestro: l’interestro rappresenta un intervallo di inattività sessuale interposto fra picchi di funzionalità follicolare. E’ caratterizzato da basse concentrazioni di estrogeni e di progesterone. Al termine dell’interestro si ha un nuovo proestro.

Diestro: se nel corso dell’estro avviene l’ovulazione, ne segue un periodo di diestro. Se non è avvenuta la fecondazione, ne può derivare anche una pseudogravidanza. Se, invece, l’accoppiamento è stato fertile, dopo l’ovulazione ci sarà la gravidanza vera e propria. II diestro, durante la stagione riproduttiva, è seguito da un nuovo proestro.

Anestro: l’anestro è il periodo di riposo sessuale. In questa fase, la gatta è sessualmente inattiva e non recettiva.

SAI IN COSA CONSISTE LA STERILIZZAZIONE O OVARIECTOMIA?

L’intervento di sterilizzazione della gatta femmina si chiama “ovariectomia” e comporta la rimozione di entrambe le ovaie e in alcuni casi di utero e cervice.

L’intervento evita l’insorgere di malattie a carico delle ovaie (cisti e neoplasie ovariche) e a carico dell’utero (infezioni, emorragie, rotture e neoplasie). Si osserva anche una netta riduzione del rischio di contrarre tumori mammari che, solitamente, nella gatta sono di natura maligna.

La sterilizzazione riduce drasticamente la tendenza al vagabondaggio durante il periodo del calore e comporta anche una notevole riduzione del comportamento di marcatura urinaria.

SAI CHE C’E’ UNA RELAZIONE  TRA FIV, FELV E  ACCOPPIAMENTI?

Riducendosi la tendenza all’ accoppiamento si ha una conseguente diminuzione dei rischi di contrarre patologie spesso mortali come la FIV (virus dell’immunodeficienza felina, che attacca il sistema immunitario dei felini compromettendone l’efficacia) o la FeLV (virus della leucemia felina, che causa una delle patologie più gravi che possono colpire i gatti): la trasmissione di questi virus avviene sia per via sessuale sia per contatto con i liquidi organici di gatti infetti.

Nelle gatte generalmente non è riscontrato (a differenza di quanto accade nel caso della sterilizzazione del cane femmina) il rischio di andare incontro a problemi di incontinenza urinaria.

Ciò considerato, si comprende perchè le gatte sterilizzate abbiano un’esistenza più lunga e meno gravata da malattie rispetto a quella di gatte che non sono state sottoposte all’intervento di sterilizzazione.

LA  POST STERILIZZAZIONE  E IL METABOLISMO: NON TEMERE, BASTA SOLO UN PO’ DI ATTENZIONE

Una volta riportata a casa, lasciala riposare nel trasportino, preferibilmente in un stanza piccola, con la lettiera a disposizione e in totale tranquillità in modo da smaltire i postumi dell’anestesia.

Dopo l’intervento, le difese immunitarie si abbassano, quindi non esporre la micia a contatti con altri gatti potenzialmente malati.

Un piccolo gonfiore della ferita è preventivabile. In parte è dovuto alla reazione dei punti di sutura, in parte è dovuto ai movimenti della gatta, in parte al leccamento: la lingua dei gatti è ruvida e il passaggio ripetuto sulla ferita (che, ovviamente, prude durante la cicatrizzazione) provoca arrossamento e gonfiore.

Se la gatta si lecca tanto la ferita, poiché non è possibile mettere garze o fasciature sull’ addome perché se le strapperebbe via, puoi provare a farle indossare una tutina da neonato.

E ancora, con l’asportazione delle ovaie il metabolismo rallenta, ma con un alimentazione corretta e bilanciata potrai tenere sotto controllo il peso della gatta evitando che ingrassi.

HAI ANCHE SENTITO PARLARE DI STERILIZZAZIONE FARMACOLOGICA? 

Esiste anche la possibilità di bloccare il calore della gatta per via farmacologica: questa tecnica consiste nella somministrazione di farmaci progestinici (composti con attività simile a quella del progesterone) che annullano l’azione degli estrogeni, responsabili del calore. Si tratta di una pratica  sconsigliabile perché è dimostrato che aumentano notevolmente i rischi di infezioni uterine (piometra) e quelli di sviluppare tumori mammari.


Lo Staff della Clinica La Veterinaria è a tua completa disposizione per fugare i tuoi dubbi e le tue perplessità: non esitare a contattarci.

Dotata di sala chirurgica con apparecchiature all’ avanguardia, la Clinica La Veterinaria è sempre aperta tutti i giorni inclusi i festivi e con servizio di Pronto Soccorso dalle 20 alle 8.

Per la gioia di vederLi felici.

  • herpesvirus felino

HERPESVIRUS FELINA

Ottobre 26th, 2021|0 Commenti

La rinotracheite è una malattia infettiva che colpisce i gatti domestici e randagi ed è causata dall’Herpesvirus L’Herpesvirus è tristemente noto a chi gestisce le colone feline ma colpisce anche i gatti che vivono [...]

Il tuo cane o il tuo gatto ha un occhio semichiuso, la pupilla ristretta e la terza palpebra visibile? Potrebbe soffrire della sindrome di Horner. Riconoscila prima che si aggravi pericolosamente.

Giugno 16th, 2021|0 Commenti

La sindrome di Horner sviluppa in cani e gatti sintomi che vengono confusi con quelli delle patologie oculari ma in realtà è una patologia neurologica. La sindrome di Horner si manifesta [...]

Attenzione se usi lo stesso antiparassitario su cane e gatto! Sappi che gli antipulci per cani a base di permetrina sono tossici per i felini e possono provocarne addirittura la morte.

Maggio 21st, 2021|0 Commenti

Sono purtroppo frequenti i casi di intossicazione di gatti per applicazione inappropriata di antiparassitari a base di permetrina formulati solo per cani. Disattenzione, ignoranza e il tentativo di risparmiare sono la causa della evitabilissima [...]

Archivi

Categorie

SEMPRE APERTI H24

I NOSTRI VALORI

Il benessere degli animali per noi è al primo posto. E per benessere intendiamo una gestione totale dell’animale che tiene conto del suo equilibrio psico-fisico nel pieno rispetto della vita intesa come valore etico imprescindibile.
#per la gioia di vederLI FELICI
Noi ci siamo e ci saremo SEMPRE: la nostra dedizione non ha orari. Ecco perchè siamo operativi 24 ore su 24 tutti i giorni, inclusi i festivi: per garantire al tuo animale cure e soccorsi immediati e tempestivi.

PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

Compila il modulo con i tuoi dati anagrafici e ti ricontatteremo in brevissimo tempo per confermare il tuo appuntamento

    Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del Regolamento Europeo 679/2016 e successive integrazioni

    ECCO DOVE SIAMO

    2019-11-08T15:51:52+02:00

    Condividi questa Storia!