CANE GATTO PULCI PRURITO

L’infestazione da pulci è la più comune parassitosi esterna di cani e gatti.

 

 

Le pulci sono sempre in agguato ma l’aumento delle temperature ne favorisce la riproduzione e la diffusione.

 

 

 

Ecco perché è importante sottoporre cani e gatti al trattamento antiparassitario durante tutto l’anno e in maniera ancora più scrupolosa in primavera e durante la stagione estiva, rispettando diligentemente gli intervalli mensili di applicazione e dosaggio.

 

 

 

SAI RICONOSCERE LE PULCI?

 

 

Le pulci sono minuscoli piccoli insetti privi di ali, ma eccezionalmente abili nel salto.

Gli insetti adulti sono di colore bruno-rossastro scuro e possiedono tre paia di zampe.

Si insinuano nel fitto pelo dell’animale e lì vi depositano anche i loro escrementi, granelli piccolissimi di colore scuro che ne segnalano la presenza.

 

 

CONOSCI IL CICLO VITALE DELLE PULCI?

 

 

Le pulci adulte sono parassiti ematofagi, cioè vivono e si nutrono del sangue dell’animale ospite. Riescono a succhiare una quantità di sangue pari a 15 volte il loro peso corporeo.

 

Il ciclo di vita delle pulci dura in media 2-3 settimane. Le pulci adulte vivono e si accoppiano sull’animale ospite senza mai abbandonarlo, a meno che non siamo “costrette” a farlo.

 

Durante l’arco di una sola giornata e per diverse settimane, una singola pulce femmina può deporre fino a 50 uova.

 

Le uova vengono deposte sul mantello dell’animale ma finiscono anche per cadere e sparpagliarsi a terra in casa o nell’ambiente in cui l’animale stesso vive.

 

In condizioni climatiche di caldo e umido, le uova si schiudono in pochi giorni, liberando le larve.

 

 

 

SAI CHE QUALI CONSEGUENZE PUO’ PROVOCARE UNA INFESTAZIONI DA PULCI NON TRATTATA O TRASCURATA?

 

 

Le pulci possono pungere anche l’uomo provocando prurito intenso e, in alcuni soggetti particolarmente sensibili, anche dermatiti allergiche.

 

La puntura delle pulci sull’uomo è contraddistinta da un minuscolo punto scuro, circondato da una zona arrossata.

Ma nell’animale, l’infestazione da pulci può determinare conseguenze ben più gravi.

 

Prurito: è la conseguenza più comune. Una singola pulce può pungere più di cento volte al giorno. Il fastidio che ne deriva, spinge l’animale a a grattarsi o mordicchiarsi in maniera così ossessiva al punto da provocarsi lesioni da grattamento anche molto serie (dermatiti, alopecia, ferite), che poi possono anche infettarsi.

 

Anemia: succhiando il sangue, anche fino a 14-15 ml al giorno, le pulci debilitano l’animale fino all’anemia, cioè alla diminuzione dei globuli rossi.

 

Reazioni allergiche: alcuni animali particolarmente sensibili possono sviluppare la dermatite allergica dal morso di pulce e manifestare ferite sanguinanti, anche con pus, e perdita di pelo.

 

Trasmissione di tenie: le larve di pulce, una volta uscite dall’ uovo, alimentandosi con i detriti cutanei e le feci delle pulci adulte, possono ingerire anche le uova di tenia per poi ospitarle nel loro interno, dove si riescono a conservare fino al momento in cui la larva diventa a sua volta una pulce adulta, e ritorna sul corpo dell’animale da cui era caduta sotto forma di uovo.

 

Durante le pulizie il cane o il gatto possono ingerire una pulce, la quale venendo digerita libera l’uovo di tenia, che in seguito si sviluppa nell’ intestino dell’animale.

 

 

 

SAI COME PREVENIRE E COMBATTERE L’INFESTAZIONE DA PULCI?

 

 

Per trattare efficacemente i nostri pet, bisogna munirsi di prodotti che siano non solo capaci di uccidere le pulci ma anche offrire protezione a lunga durata allo scopo di prevenire le re-infestazioni.

 

E’ di fondamentale importanza trattare regolarmente tutti gli animali conviventi, perché le pulci saltano da un animale all’altro.

 

Esistono in commercio in farmacia e nei negozi specializzati molti prodotti antipulci attivi contro le pulci.

 

I più comuni si possono reperire sotto forma di spray, fialette e collari.

 

 

Non applicare mai e in nessun caso un antiparassitario per cani sui gatti e viceversa: l’ uso improprio di un prodotto innocuo per i primi, può rivelarsi nocivo se non addirittura letale per i secondi.

 

 

Consulta sempre il tuo Veterinario di fiducia che, tenendo conto dell’ età, del peso e della situazione ambientale in cui vive il tuo animale, ti  consiglierà il prodotto più adatto.

 

 

 

SAI COME E QUANDO UTILIZZARE SPRAY, FIALETTE E COLLARI? 

 

Gli spot on (o fialette) si applicano nella zona interscapolare, quasi in prossimità della nuca, così da impedire all’animale di leccarsi. Vanno utilizzati lontano dal bagno in quanto sfruttano il grasso cutaneo per diffondere il loro effetto.

 

Lo spray, invece, va applicato solitamente spruzzandolo sulla mano (attenzione quindi ad indossare i guanti) per poi massaggiare il prodotto sulla cute dell’ animale.

 

All’efficacia di spot on e spray contribuiscono anche i collari antipulci: hanno un’azione a lento rilascio dei principi attivi, e garantiscono una copertura che va dai 6 agli 8 mesi.

 

 

TI SEI MAI CHIESTO DOVE AMANO ANNIDARSI LE PULCI IN CASA?

 

 

Cani e i gatti si infestano più facilmente quando frequentano luoghi in cui le pulci sono presenti al suolo in attesa di un ospite.

 

Pertanto, devono essere debellati sia i parassiti presenti sull’animale, sia quelli nell’ambiente.

 

Nelle abitazioni umane infestate, le larve possono insediarsi nelle cucce, nei giacigli degli animali, nelle crepe dei pavimenti, sotto i tappeti, nei letti o nella moquette, in auto.

 

Le larve vanno attivamente alla ricerca dell’umidità, evitano la luce solare diretta e si nutrono di detriti organici dell’ambiente come feci prodotte dalle pulci adulte, residui alimentari e frammenti di pelle o pelo.

 

Le larve, questi adulti “latenti”, quando le condizioni ambientali sono ottimali, rappresentano una inesauribile riserva di parassiti pronti ad infestare all’improvviso un ospite di passaggio e iniziare nuovamente il ciclo vitale.

 

 

 

LA TUA CASA E’ INFESTATA DALLE PULCI?ECCO I RIMEDI PER STANARLE E DEBELLARLE

 

 

Per eliminare pulci e uova,  passare l’aspirapolvere su tappeti, coperte e mobili imbottiti (divani, poltrone, cuscini, letti), e getta via subito dopo il sacchetto.

 

Mantieni sempre pulite le lettiere e le zone di riposo dell’animale e lava tessuti e biancheria a temperature superiori a 50°C.

 

Per prevenire la proliferazione di pulci, puoi utilizzare specifici spray per ambienti che agiscono creando uno “scudo” contro le minacce esterne e inibiscono lo sviluppo larvale dei temuti parassiti.

 

Gli spray di ultima generazione sono generalmente a base di essenze ed oli essenziali di fiori e piante.

Ricorda, comunque, che l’azione degli oli essenziali è repellente e NON insetticida.

 

 

Per qualunque dubbio o perplessità  o in caso di emergenze, lo Staff Medico della Clinica La Veterinaria è sempre disponibile per un consulto, una visita o un intervento tempestivo.

 

 

La Clinica La Veterinaria è sempre aperta, tutti i giorni inclusi i festivi, e con servizio di Pronto Soccorso dalle 20 alle 8.

 

Solo per la gioia di vederLI felici.

Per Emergenza Chiamare       095 21 90 893