TORSIONE GASTRICA CANE

La sindrome da torsione dilatazione-gastrica (detta GDV) è una patologia molto frequente e grave che mette in serio pericolo la vita del tuo cane se non viene immediatamente soccorso.

 

 

La torsione gastrica consiste nell’aumento di volume dello stomaco, associato ad una rotazione su se stesso che può variare dai 270° ai 360°.

 

 

La morte del cane può insorgere per arresto cardiocircolatorio.

 

 

 

 

SAI COSA SUCCEDE AGLI ORGANI INTERNI DEL CANE QUANDO C’E’ IN CORSO UNA TORSIONE GASTRICA?

 

 

 

La torsione gastrica chiude le vie di ingresso e di uscita (piloro e cardias) dello stomaco che inizierà a dilatarsi, causando la contemporanea occlusione dei vasi sanguigni e una diminuzione dell’apporto di sangue.

 

 

 

L’occlusione delle arterie e delle vene gastriche determina la comparsa di edemi ed emorragie e possono anche verificarsi perforazioni e peritoniti.

 

 

 

Altra conseguenza potrebbe essere anche una concomitante torsione della milza.

 

 

Questa patologia richiede un intervento immediato e urgente: il rischio è che il cane muoia per arresto cardiocircolatorio.

 

 

Salvare cane con torsione gastrica è una corsa contro il tempo: la sua vita dipende dal tempo che intercorre tra l’insorgenza dei primi sintomi e la decompressione dello stomaco.

 

 

 

 

 

 

CONOSCI LE RAZZE DI CANI A RISCHIO DI TORSIONE GASTRICA?

 

 

 

 

Le razze a rischio sono quelle di taglia grande e gigante, dai 25 kg in su, e dal torace profondo:

 

– Alano

– Weimaraner

– Bracco

– San Bernardo

– Pastore Tedesco

– Dobermann

– Corso

 

 

Fra i cani di media taglia, l’incidenza maggiore è su Shar Pei e Basset Hound. Esistono anche alcuni rari casi di GDV in cani di piccola taglia e nei gatti.

 

 

 

 

 

 

SAI RICONOSCERE I SINTOMI CHE INDICANO LA TORSIONE GASTRICA NEL CANE?

 

 

 

 

In caso di torsione gastrica, i sintomi più evidenti sono l’enorme distensione dell’addome e il tentativo da parte cane di vomitare ma senza emissione di materiale.

 

 

 

Altri  segni clinici sono variabili a seconda della conformazione corporea del cane e del grado di rotazione e distensione dello stomaco:

 

  • Aumento della salivazione

  • Irrequietezza

  • Dolore addominale

  • Apatia con rifiuto del cibo

  • Gengive pallide

  • Respiro difficoltoso

  • Postura anomala

 

 

 

 

 

PENSI CHE SIA TORSIONE GASTRICA? CORRI IMMEDIATAMENTE DAL TUO VETERINARIO DI FIDUCIA!

 

 

 

La diagnosi di torsione gastrica è confermata da una radiografia dell’addome: il trattamento a cui viene sottoposto d’urgenza il cane inizia con una terapia liquida intravenosa rapida.

 

Nel frattempo vengono eseguiti diversi esami del sangue per valutare lo stato di salute generale e il grado di compromissione di fegato e reni.

 

Il Veterinario stabilizzerà  il cane e decomprimerà lo stomaco per consentire l’evacuazione del gas accumulato.

 

Non appena il cane è in condizioni tali da sopportare l’anestesia, viene immediatamente operato: il chirurgo effettuerà l’ancoraggio dello stomaco alla parete toracica per evitare successive torsioni.

 

Questo intervento è chiamato “gastropessi”.

 

L ‘intervento ha anche lo scopo di valutare lo stato di sofferenza degli organi e trattare lesioni della pareti di stomaco e, eventualmente, milza.

 

 

 

 

 

 

COME SI GESTISCE IL DECORSO POST OPERATORIO?

 

 

Dopo la chirurgia la prognosi resta riservata per 48-72 ore dipendentemente dal grado di shock e dalla compromissione anatomica e funzionale degli organi interni coinvolti.

 

 

Normalmente, il cane deve rimanere ricoverato in osservazione per almeno 3 giorni: è importante rivolgersi a strutture dotate di sala chirurgica e con box di degenza dove il cane possa essere monitorato costantemente sino alle sue dimissioni.

 

 

La sofferenza subita dagli organi addominali e dal cuore, la capacità di riconoscere subito i sintomi e la rapidità di intervento, sono importanti fattori che condizionano la guarigione.

 

 

 

 

 

QUALI SONO I FATTORI PREDISPONENTI E LE CAUSE DELLA TORSIONE GASTRICA?

 

 

Non si conosce  esattamente la causa  scatenante della torsione gastrica  e si suppone che  essa sia la conseguenza  di una serie  di fattori predisponenti.

 

 

 

Il primo fattore che predispone alla dilatazione e torsione dello stomaco è la pessima abitudine  di somministrare al cane un solo pasto al giorno e molto abbondante, limitandolo alle sole crocchette e senza umido.

 

 

 

 

Altra causa predisponente è l’improvvisa ingestione di una grande quantità d’acqua, soprattutto se bevuta subito dopo il pasto.

 

 

Una ulteriore causa consiste nel far correre e saltare il cane subito dopo l’ingestione di grandi quantità di cibo ed acqua.

 

 

 

L’incremento dell’età è un importante fattore di rischio: soggetti con età superiore ai 6 anni hanno un rischio di manifestare torsione gastrica due volte superiore rispetto a cani di età compresa tra i 2 e 4 anni.

 

 

Incidono anche possibili disfunzioni a carico del piloro e scarsa tensione del legamento gastroepatico, ossia quel cordone di tessuto connettivo fibroso che congiunge lo stomaco al fegato.

 

 

 

IN COSA CONSISTE UNA CORRETTA PREVENZIONE?

 

 

Una prevenzione realmente efficace  è difficile da attuare quando la causa di una patologia come la torsione gastrica è sconosciuta.

 

 

L’unica soluzione preventiva davvero efficace e definitiva in cani fortemente predisposti alla sindrome di torsione dello stomaco è la GASTROPESSI PREVENTIVA.

 

 

 

Altre accortezze che puoi adottare, per quanto non garantiscono l’ immunità dalla patologia,  sono legate all’alimentazione del cane.

 

– dividi la razione giornaliera di cibo in due o più pasti

 

– evita che il cane faccia  attività fisica nelle 2-3 ore successive  al pasto

 

elimina i  cibi facilmente fermentescibili come pane, pasta, riso e legumi

 

– somministra alimenti molto digeribili per favorire lo svuotamento dello stomaco

 

– la ciotola deve essere posizionata all’altezza della testa del cane per  evitare  l’ingestione di aria

 

– fai mangiare il cane lentamente: esistono in commercio  ciotole destinate a questo scopo

 

 

 

Ricorda che la tempestività nel prestare i soccorsi al tuo cane è fondamentale e i Medici  Veterinari dello Staff della Clinica La Veterinaria sono sempre pronti ad intervenire.

 

 

In caso di necessità e urgenza, noi ci siamo sempre: la Clinica La Veterinaria è aperta tutti i giorni, inclusi i festivi, e con servizio di Pronto Soccorso dalle 20 alle 8.

 

 

Solo per la gioia di vederLI felici.

 

 

A cura della Dott.ssa Valeria Albert – Medico Veterinario, Chirurgia Generale e Pronto Soccorso

 

Per Emergenza Chiamare       095 21 90 893