PRIMAVERA: STAGIONE DELLA PREVENZIONE

TORNA IL CALDO, TORNANO PULCI E ZECCHE

Con l’innalzamento delle temperature pulci e zecche sono in agguato, pronte a “colonizzare” cani e gatti

In primavera le giornate sono piacevolmente tiepide e si allungano. Le condizioni climatiche favorevoli inducono e stimolano a trascorrere più tempo all’aria aperta e in compagnia dei nostri cani. Ma l’aumento delle temperature favorisce anche la riproduzione e la diffusione dei tanto temuti parassiti esterni: pulci e zecche sono in agguato, pronte a “colonizzare” cani e gatti.

PULCI E ZECCHE: COME AGISCONO E COSA PROVOCANO

Le pulci, insetti privi di ali, minuscoli ed estremamente veloci, sono parassiti esterni ematofagi ossia si nutrono del sangue di mammiferi ed uccelli. Si insinuano nel fitto pelo dell’animale alla base del quale, peraltro, depositano i loro escrementi, granelli piccolissimi di colore scuro che ne segnalano inconfutabilmente la presenza.

L’infestazione da pulci può determinare nell’animale nefaste conseguenze: allergie, dermatiti, parassitosi interne, malattie ematiche.

Le zecche, invece, appartengono ad un sottordine degli acari. Ematofagi anch’’ssi, trafiggono la pelle dell’animale e vi si fissano saldamente, nutrendosi del suo sangue.

Sono in grado di veicolare agenti patogeni di diversa natura (virus, batteri, protozoi) responsabili di malattie pericolose sia per gli animali che per l’uomo: la Rickettsiosi e l’Ehrlichiosi sono tra le più note. Si manifestano con febbre alta, sonnolenza, dolori articolari, perdita di appetito, dimagrimento, sintomi a carico dell’apparato nervoso e scheletrico.

COME DIFENDERSI DA PARASSITI QUALI PULCI E ZECCHE

Cosa fare, dunque, per ridurre i rischi? Prevenzione è la parola d’ordine.

Cani e gatti dovrebbero essere sottoposti al trattamento contro pulci e zecche durante tutto l’anno, ma in maniera ancora più scrupolosa già a decorrere dal periodo primaverile.  Maggiore attenzione è richiesta durante la stagione estiva.

Occorre rispettare diligentemente gli intervalli mensili di applicazione e dosaggio

Esistono in commercio in farmacia e nei negozi specializzati molti prodotti antipulci attivi anche contro le zecche. I più comuni si possono reperire sotto forma di spray, spot on, shampoo e collari:

  • Gli spot on, ad esempio, si applicano nella zona interscapolare, quasi in prossimità della nuca, così da impedire all’animale di leccarsi. Vanno utilizzati a distanza di almeno una settimana dall’ultima toelettatura, in quanto sfruttano il grasso cutaneo per diffondere il loro effetto.
  • Lo spray, invece, va applicato solitamente spruzzandolo sulla mano (attenzione quindi ad indossare i guanti) per poi massaggiare il prodotto sulla cute del cane.
  • All’efficacia di spot on e spray contribuiscono anche i collari antipulci che si caratterizzano per l’azione di lento rilascio dei principi attivi, garantendo una copertura che va dai 6 agli 8 mesi.

Grazie alla presenza di principi attivi come la deltametrina proprio il collare antiparassitario può risultare fondamentale anche per la protezione contro le punture di pappatacio.

PULCI E ZECCHE, MA ANCHE PAPPATACI

Il pappatacio o flebotomo è un insetto assai diffuso nell’area mediterranea ed in particolare in Sicilia

Molto simile ad una zanzara di piccole dimensioni ma silenzioso, attraverso la sua puntura può veicolare un virus che nell’uomo causa una malattia chiamata “ febbre da pappataci” mentre al cane trasmette la Leishmaniosi.

Si tratta di una malattia assai insidiosa caratterizzata da un periodo di incubazione che può durare anche alcuni anni prima di manifestarsi palesemente attraverso la sintomatologia che la caratterizza: dermatite, perdita di peso, perdita di pelo, lesioni alle orecchie, perdita di sangue dal naso, crescita accelerata delle unghie, lesioni oculari, insufficienza renale.

PREVENZIONE DA PULCI E ZECCHE ANCHE IN CASA

Per prevenire la proliferazione di pulci e zecche è opportuno effettuare una pulizia accurata dei luoghi della casa frequentati dal nostro pet, nonchè della cuccia e dell’automobile.

Per fare questo si può ricorrere all’impiego di spray per ambienti. Questi agiscono creando uno “scudo” contro le minacce esterne e inibiscono lo sviluppo larvale dei temuti parassiti.

Gli spray di ultima generazione sono generalmente a base di essenze ed olii essenziali di fiori e piante.

Specificando, comunque, che l’azione degli olii essenziali è repellente e NON insetticida, risultano efficaci:

  •  Lavanda e geranio per acari e zecche
  •  Citronella, menta, eucalipto e basilico per le zanzare

PREVENIRE SEMPRE, IN QUALUNQUE PERIODO DELL’ANNO

In sintesi potremmo concludere dicendo che in ogni periodo dell’anno e in qualunque zona d’Italia occorre prevenire le infestazioni parassitarie ma con criterio, utilizzando sinergicamente antiparassitari chimici e rimedi naturali.

Ma cosa più importante non dimenticare di consultare sempre il tuo Veterinario di fiducia, che saprà consigliarti i rimedi più adatti in base alle esigenze del tuo animale da compagnia.

Ricorda che un animale in buone condizioni di salute, correttamente alimentato e che vive in una condizione di benessere etologico è certamente dotato di un sistema immunitario capace di reagire più efficacemente anche alle patologie infettive trasmesse dai vettori.


La Clinica La Veterinaria ti aspetta per rispondere alle tue domande e darti i consigli per il benessere dei tuoi amici a 4 zampe

Per la gioia di vederli felici

  • critorchidismo_cane_testicolo_ritenuto

Se il tuo cane ha un testicolo ritenuto, sappi che questa anomalia ovvero il criptorchidismo, può degenerare in tumore. Scopri come impedire che ciò avvenga per tutelare la salute del tuo cane.

Gennaio 5th, 2022|0 Commenti

Il criptorchidismo è la mancata discesa di un testicolo o di entrambi nel sacco scrotale del cane. Il problema purtroppo non è unicamente di natura estetica. Infatti il testicolo ritenuto potrebbe andare incontro [...]

  • rinotracheite felina

La rinotracheite felina, più comunemente nota come raffreddore dei gatti, è una malattia infettiva e contagiosa delle vie respiratorie superiori del gatto. Come si previene e come si cura?

Ottobre 26th, 2021|0 Commenti

La rinotracheite è una malattia infettiva altamente contagiosa che colpisce principalmente i gatti liberi sul territorio ma anche quelli domestici E’ provocata  dall’Herpesvirus felino tipo 1 (FHV-1) ed è caratterizzata da una sintomatologia [...]

Il tuo cane o il tuo gatto ha un occhio semichiuso, la pupilla ristretta e la terza palpebra visibile? Potrebbe soffrire della sindrome di Horner. Riconoscila prima che si aggravi pericolosamente.

Giugno 16th, 2021|0 Commenti

La sindrome di Horner sviluppa in cani e gatti sintomi che vengono confusi con quelli delle patologie oculari ma in realtà è una patologia neurologica. La sindrome di Horner si manifesta a seguito [...]

Attenzione se usi lo stesso antiparassitario su cane e gatto! Sappi che gli antipulci per cani a base di permetrina sono tossici per i felini e possono provocarne addirittura la morte.

Maggio 21st, 2021|0 Commenti

Sono purtroppo frequenti i casi di intossicazione di gatti per applicazione inappropriata di antiparassitari a base di permetrina formulati solo per cani. Disattenzione, ignoranza e il tentativo di risparmiare sono la causa della evitabilissima [...]

Archivi

Categorie

SEMPRE APERTI H24

I NOSTRI VALORI

Il benessere degli animali per noi è al primo posto. E per benessere intendiamo una gestione totale dell’animale che tiene conto del suo equilibrio psico-fisico nel pieno rispetto della vita intesa come valore etico imprescindibile.
#per la gioia di vederLI FELICI
Noi ci siamo e ci saremo SEMPRE: la nostra dedizione non ha orari. Ecco perchè siamo operativi 24 ore su 24 tutti i giorni, inclusi i festivi: per garantire al tuo animale cure e soccorsi immediati e tempestivi.

ECCO DOVE SIAMO