Cortile e ingresso

La pulizia regolare degli ambienti, oltre a mantenerne la salubrità e garantire adeguate condizioni igieniche per chi li frequenta, garantisce anche livelli di decoro consoni ad una struttura sanitaria.

Col termine di “pulizia” si intende il complesso di procedimenti e di operazioni atto a rimuovere ed asportare rifiuti, polveri e sporco, di qualsiasi natura esso sia, dalle superfici e dagli ambienti sia interni che esterni.

Nello specifico, le zone esterne di pertinenza della struttura sono le seguenti:

  • Area antistante l’ingresso
  • Cortile interno

La pulizia ordinaria di entrambe le aree include tutte quelle attività di carattere continuativo da effettuarsi con frequenza giornaliera ed è di competenza del personale di tutto il personale della struttura: Tecnici e Assistenti Veterinari, Segretari, Medici.

Le operazioni di pulizia devono essere condotte possibilmente negli orari che non creino intralci o impedimento alla normale attività lavorativa e sarà premura della Direzione redigere il planning con l’assegnazione dei turni.

Nello specifico:

  • Rimozione delle deiezioni, spazzatura della superficie calpestabile, lavaggio, battitura degli zerbini

La pulizia periodica, da svolgersi con frequenza settimanale ogni XXXXXX, comprende attività di pulizia più profonde, ed è di competenza del personale di turno nel giorno indicato.

  • Rimozione delle erbacce
  • Pulizia di vetri, porte e vetrate
  • Lavaggio degli zerbini
  • Rimozione foglie e residui dalle aiuole

Infine, per pulizie straordinarie si intendono interventi richiesti per esigenze occasionali o emergenziali da effettuarsi all’occorrenza quando il caso lo richiede e sono di competenza del personale di turno presente.

Powered by BetterDocs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *