La pancreatite consiste in uno stato infiammatorio del pancreas che ne altera tutte le funzioni.

Il pancreas è una ghiandola posizionata sul lato destro dell’addome di cani e gatti che produce:

-enzimi che aiutano nella digestione del cibo (proteine, grassi, amidi): gli enzimi pancreatici si attivano quando arrivano nel duodeno, il primo tratto dell’intestino;

-ormoni come l’insulina e il glucagone la cui funzione principale è quella di regolare la glicemia nel sangue.

Come si manifesta la pancreatite in cani e gatti?

I sintomi della pancreatite sono un forte dolore addominale, inappetenza e dimagrimento rapido associati a vomito e diarrea.

E ancora, aumento della sete e delle urine prodotte, disidratazione e febbre.

Nei casi lievi, la sintomatologia regredisce.

Se invece il quadro clinico è più grave, la pancreatite può cronicizzarsi.

Oppure, si possono avere ulteriori complicanze fino alla morte dell’animale.

La forma acuta ha infatti un’alta percentuale di mortalità se non vene trattata in tempo.

Acuta e cronica

La pancreatite acuta si manifesta quando il pancreas comincia a produrre enzimi attivi direttamente al suo interno.

Gli enzimi digestivi, prematuramente attivati, provocano di fatto un danno del tessuto della ghiandola.

Se permangono danni rimangono permanenti e irreversibili al pancreas, si parla di pancreatite cronica.

Essa potrebbe poi sfociare in un’altra forma di malattia, nota con il nome di insufficienza pancreatica esocrina (EPI).

Cause e fattori predisponenti

Eccoli:

  1. dieta ricca di grassi e povera di proteine o inadatta (alimenti di qualunque genere, scarti di cibo della tavola, frittura)
  2. alcool
  3. indigestioni alimentari
  4. obesità
  5. assunzione di sostanze tossiche
  6. traumi diretti sull’organo
  7. ostruzione dei dotti pancreatici

La diagnosi e il trattamento della pancreatite

Il Veterinario sottoporrà il cane o gatto a esami biochimici di sangue e urine.

L’ecografia invece sarà invece necessaria per valutare l’estensione delle lesioni del pancreas.

In generale il trattamento è quello in emergenza veterinaria.

Cani e gatti affetti da pancreatite devono essere ricoverati.

Il tempo di attesa prima di sciogliere la prognosi è di almeno 48 ore durante le quali saranno sottoposti a fluidoterapia, terapia antibiotica e analgesica.

E ancora, è necessario alimentarli attraverso un sondino naso-gastrico.

Una volta regredita la sintomatologia, l’alimentazione potrà essere ripristinata ma solo sotto stretto controllo medico, sia nei tempi che nei modi.

Infatti, nel trattamento la dieta svolge un ruolo principale.

Le proteine devono essere di altissima qualità e la quantità di grassi va ridotta al minimo.

Esiste una predisposizione di razza?

Questa patologia si osserva più comunemente in cani dai 5 anni in poi, in sovrappeso o con problemi ricorrenti gastroenterici.

Una predisposizione di razza è stata individuata nello Schnauzer nano, dovuta a una mutazione del gene addetto alla produzione di un enzima digestivo.

Anche altre razze sono ritenute essere maggiormente a rischio.

Tra queste: lo Yorkshire Terrier, il Barbone taglia media e quello nano, il Bichon Frisé, il Golden e il Labrador Retriever.

In corso di sospetto di pancreatite acuta risulta fondamentale sottoporre l’animale a un’accurata visita clinica e somministrare tempestivamente la terapia specifica.

Ti ricordiamo a tal proposito che in caso di necessità e urgenza Clinica La Veterinaria è sempre aperta, tutti i giorni inclusi i festivi, e con servizio di Pronto Soccorso dalle 20 alle 8.

Per la gioia di vederLI FELICI

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Leggi anche:

Archivi

Categorie

SEMPRE APERTI H24

I NOSTRI VALORI

Il benessere degli animali per noi è al primo posto. E per benessere intendiamo una gestione totale dell’animale che tiene conto del suo equilibrio psico-fisico nel pieno rispetto della vita intesa come valore etico imprescindibile.
#per la gioia di vederLI FELICI
Noi ci siamo e ci saremo SEMPRE: la nostra dedizione non ha orari. Ecco perchè siamo operativi 24 ore su 24 tutti i giorni, inclusi i festivi: per garantire al tuo animale cure e soccorsi immediati e tempestivi.